Stipendi, Valditara: “Essenziale l’aumento in busta paga a tutti i docenti”

Il ministro: “Sulle mie parole fatta troppa propaganda”.

“Sulla vicenda delle retribuzioni degli insegnanti ho trovato molta propaganda, strumentalizzazioni, poco rispetto della verità e mistificazione della realtà. Temo che in troppi non abbiano ascoltato il mio audio al Forum Gedi, che è online e chiunque può ascoltare”.

Sono queste le parole pronunciate dal ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, durante il question time alla Camera dei Deputati, rispondendo a una interrogazione sulle iniziative volte allo stanziamento di risorse appropriate per adeguare gli stipendi degli insegnanti ai parametri europei, anche alla luce di recenti dichiarazioni del ministro.

“Io – ha ricordato il ministro – ho posto come tema prioritario quello degli stipendi di tutti gli insegnanti, ovunque. E ho detto che dobbiamo lanciare una grande sfida per trovare risorse per la scuola e soprattutto per gli insegnanti poi parlando degli stipendi che sono molto, troppo bassi, ho affermato che dobbiamo trovare anche forme nuove ed ulteriori finanziamenti alla scuola a beneficio di tutto il personale”.

“Gli indici Istat rilevano che anche a Roma ad esempio il costo della vita è molto caro, pensate che nell’area romana a fronte di uno stipendio di 1.300 euro al mese, che è lo stipendio purtroppo di un insegnante elementare, tra costo della spesa e affitto, pagati questi, rimangono appena 153 euro. Bene, la sinistra riformista un tempo si era posta la questione di coniugare il merito e il bisogno, la questione del merito e del bisogno è stata abbandonata, trascurata, sono fermamente convinto che noi dobbiamo riprendere in mano quella sfida nell’interesse dell’Italia intera”, ha aggiunto.

“Condividendo dunque l’esigenza di aumentare gli stipendi di tutto il personale della scuola, in tre settimane abbiamo raggiunto un accordo con i sindacati che ha previsto 100 milioni di risorse nuove, aggiunte alle somme disponibili, e la destinazione di ulteriori 300 milioni di euro già previsti nel bilancio per altri scopi finalizzati invece da noi ora ad aumentare gli stipendi di tutto il personale della scuola. La scorsa settimana ho firmato il cambio di destinazione di quelle risorse”, ha affermato il ministro.

Articoli recenti
  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE