Skip to content

Scuole cattoliche, il Vaticano chiede coerenza agli insegnanti altrimenti dimissioni

Da Oltretevere arrivano dunque nuove linee guida della Congregazione per l’Educazione cattolica.

Nell’assunzione di insegnanti e altro personale nelle scuole cattoliche si deve tenere conto dell’ “identità” peculiare di questi istituti e gli addetti che non la rispettano possono essere licenziati. Lo indica il Vaticano in una ‘Istruzione’ sulle scuole cattoliche.

“In una scuola cattolica, infatti, il servizio dell’insegnante è munus e ufficio ecclesiale”. “Qualora la persona assunta non si attenga alle condizioni della scuola cattolica e della sua appartenenza alla comunità ecclesiale, la scuola prenda le misure appropriate. Può essere disposta anche la dimissione, tenendo conto di tutte le circostanze del singolo caso”, sottolinea la Congregazione per l’educazione cattolica. 

Sono queste le nuove disposizioni che arrivano direttamente dal Vaticano. Il vademecum diramato dalla Congregazione per l’Educazione cattolica è di uno strumento sintetico e pratico che possa servire a chiarire alcuni punti attuali e soprattutto a prevenire conflitti e divisioni nel settore essenziale dell’educazione. Gli insegnanti della Chiesa cattolica sono chiamati a «distinguersi per una retta dottrina e per probità di vita nella formazione delle giovani generazioni». È quanto si legge nel testo della Congregazione per l’Educazione cattolica, dal titolo «L’identità della scuola cattolica per una cultura del dialogo»

Articoli recenti

Privacy Policy Designed using Unos. Powered by WordPress.

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE