Skip to content

Rivoluzione scuola primaria: da settembre più educazione fisica per un milione e mezzo di alunni

Più attività motorio nella scuola primaria. Da settembre cambierà tutto e s’investirà in modo corposo sull’insegnamento di educazione fisica, con un milione e mezzo di bambini che saranno coinvolti con una o due ore di lezione settimanali, per un totale di 76.500 classi coinvolte. “Sport e salute”, azienda pubblica controllata dal ministero dell’Economia e delle Finanze, investirà 16,8 milioni per rinforzare la disciplina alla scuola primaria.

Più educazione fisica

La società, infatti, ha votato e finanziato un piano straordinario di rilancio dell’attività motoria nelle scuole elementari. In questo ciclo scolastico manca la materia Educazione fisica: alla primaria, e anche alla scuola dell’infanzia, non esiste il docente di ruolo, laureato in Scienze motorie. Un’assenza grave, subito colmata grazie a un investimento di quasi 17 milioni di euro. Dal prossimo settembre, con l’accordo contratto tra Sport e salute spa e il ministero dell’Istruzione, 76.500 classi delle elementari avranno una o due ore di Educazione motoria con un insegnante specializzato che sarà assunto per un anno grazie ai fondi della società pubblica. L’insieme degli alunni raggiunti dal provvedimento è stimato in un milione mezzo (su due milioni e mezzo totali). Sono il 175 per cento in più le classi delle elementari coinvolte dal programma, rispetto all’anno scorso.

I problemi della DAD

Un netto cambio di rotta, dovuto anche ai problemi che la Dad ha dato impedendo nelle scuole secondarie di poter affrontare le lezioni di educazione fisica nell’atto pratico, facendo svolgere solo la parte di programma dedicata alla teoria.

Privacy Policy Designed using Unos. Powered by WordPress.

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE