Pei semplificato, arriva il parere del CSPI

In materia, infatti, il CSPI si è già pronunciato, lo scorso 13 ottobre.

Nell’adunanza plenaria svoltasi lo scorso 20 marzo, in modalità telematica, il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) ha espresso, con voto unanime, parere favorevole sull’articolo 7 dello schema di decreto interministeriale concernente le disposizioni correttive al decreto interministeriale 182/2020 recante «Adozione del modello nazionale di piano educativo individualizzato e delle correlate linee guida, nonché modalità di assegnazione delle misure di sostegno agli alunni con disabilità, ai sensi dell’articolo 7, comma 2-ter del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66».

In materia, infatti, il CSPI si è già pronunciato, lo scorso 13 ottobre. A seguito del recepimento da parte dell’Amministrazione di quanto allora suggerito dal Consiglio, il provvedimento – modificato soprattutto nel testo dell’articolo 7 – è stato nuovamente inviato all’organo medesimo.

Il CSPI condivide la scelta di voler regolare il passaggio, nella Scuola Secondaria di II Grado, dal PEI differenziato al PEI semplificato, in quanto tale richiesta da parte delle famiglie, in molti casi nell’ultimo anno del percorso, è stata spesso causa di disagio se non di contrapposizione tra la scuola e le famiglie stesse.

Lo stesso Consiglio, però, evidenzia la necessità di chiarire meglio, nell’articolo indicato, le condizioni indicate nei punti a) e b) in quanto il testo, così formulato, prevede che le prove integrative per il rientro in un percorso didattico personalizzato siano richieste nel caso di parere contrario del consiglio di classe (maggioranza dei voti contrari), mentre il rientro senza prove integrative è possibile solo con decisione assunta all’unanimità (tutti favorevoli). Non si tiene conto evidentemente della possibilità che il consiglio di classe possa esprimere, a maggioranza dei voti, parere favorevole al rientro richiesto dalla famiglia, determinando una situazione paradossale: il consiglio di classe non è contrario al rientro, quindi l’alunno non sarebbe obbligato a sostenere prove integrative, ma le prove devono svolgersi comunque perché la decisione del consiglio non è stata unanime;

In caso di passaggio, nell’ultimo anno di corso, da PEI differenziato a PEI semplificato – sarebbe opportuno esplicitare, sempre secondo il CSPI, che le eventuali prove integrative debbano svolgersi necessariamente prima dell’avvio dell’anno scolastico.

Articoli recenti
  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE