Nuove polemiche sulla mascherina a scuola. Pronto il ricorso del Codacons

Testo introduttivo

Non trova pace la polemica sull’obbligo di utilizzo delle mascherine all’interno degli istituti scolastici. Una battaglia che si è accesa in modo ancora più sentito proprio a pochi giorni dalla fine delle lezioni. Infatti mancano meno di tre settimane per il suono dell’ultima campanella scolastica.

Il Codacons è intervenuto sulla questione e ha depositato venerdì scorso un formale ricorso al Tar del Lazio, in cui si chiede di sospendere gli atti del Governo che impongono agli studenti di utilizzare la mascherina fino al termine dell’anno scolastico. Alla base della richiesta del Codacons, “la manifesta sproporzione del provvedimento e l’illegittima disparità di trattamento tra luoghi pubblici”.

L’obbligo dell’utilizzo della mascherina resta in vigore solamente negli ospedali e nelle RSA, mentre negli altri luoghi pubblici o privati si può tranquillamente accedere senza alcun dispositivo di protezione individuale. E poi ci sono le scuole, con l’obbligatorietà che arriva fino al termine delle lezioni, fatta eccezione per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei predetti dispositivi e per lo svolgimento delle attività sportive.

“Una situazione del tutto paradossale -denuncia il Codacons- Gli studenti sono obbligati di giorno ad indossare la mascherina, pur sedendo distanziati ai banchi, ma possono toglierla la sera per andare al pub o in discoteca e trascorrere il tempo assembrati”.

 

Articoli recenti

I NOSTRI CORSI

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE