fbpx Skip to content

Il metodo CLIL

Cos’è il metodo CLIL

La metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning) prevede l’apprendimento integrato di contenuti disciplinari veicolati in una lingua straniera. Così alcune ore di altre discipline curriculari della scuola secondaria (si sta iniziando ad applicare questo metodo nella scuola primaria solo in chiave sperimentale) non linguistiche, come scienze o storia saranno insegnate in una lingua straniera. L’insegnamento di una disciplina non linguistica (DNL) in lingua straniera è obbligatorio nell’ultimo anno dei licei e istituti tecnici mentre nei licei linguistici è previsto l’insegnamento in una lingua straniera nella classe terza e nella classe quarta in un’altra.

Iter normativo

La Legge 53 del 2003 ha riorganizzato la scuola secondaria di secondo grado e i Regolamenti attuativi del 2010 hanno introdotto l’insegnamento di una disciplina non linguistica (DNL) in una lingua straniera nell’ultimo anno dei Licei e degli Istituti Tecnici e di due discipline non linguistiche in lingua straniera nei Licei Linguistici a partire dal terzo e quarto anno.

La Legge 107 del 2015, all’articolo 7, definisce come obiettivi formativi prioritari “la valorizzazione e il potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all’italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue dell’Unione europea, anche mediante l’utilizzo della metodologia Content language integrated learning”.

Fonte: Miur

Profilo del docente CLIL

Il profilo del docente CLIL della scuola secondaria di secondo grado è caratterizzato da:

  • competenze linguistico-comunicative nella lingua straniera veicolare di livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER)
  • competenze metodologico-didattiche acquisite al termine di un corso di perfezionamento universitario del valore di 60 CFU per i docenti in formazione iniziale e di 20 CFU per i docenti in servizio.

Fonte: Miur

È prevista una deroga che consente di diventare docente CLIL anche abbinando al corso la certificazione di livello B2.

eCampus e Scuolawebinar

Con Scuolawebinar si può accedere al corso di perfezionamento in metodologia CLIL “Nuova didattica per le lingue: la metodologia CLIL” di eCampus. Il corso ha una durata pari a 60 CFU e dà diritto a 3 punti solo se abbinato ad una certificazione il lingua straniera di livello minimo B2.

È valutabile sono una certificazione linguistica.

Punteggi:

  • CLIL + CERTIFICAZIONE LINGUISTICA B2: 6 PUNTI
  • CLIL + CERTIFICAZIONE LINGUISTICA C1: 7 PUNTI
  • CLIL + CERTIFICAZIONE LINGUISTICA C2: 9 PUNTI

Specifiche del corso

Corso di perfezionamento professionale

Iscrizioni aperte

Durata: 1.500 ore (un anno)

Full online con piattaforma informatica accessibile h24

Crediti: 60 CFU

Costo: 500 euro

 

Obiettivi del corso

Il master si focalizza su tre diverse metodologie:

  • web learning e la didattica multimodale
  • la didattica capovolta (o flipped learning)
  • la metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning.

 I temi trattati sono fondamentali per l’apprendimento dell’uso integrato di nuovi strumenti, approcci e metodi didattici che possano proficuamente essere introdotti e affiancati alla didattica tradizionale e alle pratiche di insegnamento nella scuola secondaria.

Destinatari

Il corso è destinato ai docenti di lingua straniera (inglese, francese, tedesco, spagnolo) di scuole secondarie di I e II grado; docenti di materie non linguistiche interessati a metodologie educative innovative con l’utilizzo l’uso veicolare o strumentale di una lingua straniera affiancato a contenuti tecnico-scientifici o artistico-espressivi.

Privacy Policy Designed using Unos. Powered by WordPress.

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.