Skip to content

Elezioni 2022, come potrebbe cambiare la scuola con il nuovo governo

Taglio degli anni scolastici nella Scuola Secondaria di II grado e superamento del pcto. Ecco come potrebbe cambiare la scuola.

La vittoria nella tornata elettorale della coalizione di centrodestra, formata da Fratelli d’Itala, Lega, Forza Italia e Noi Moderati, porterà queste forze politiche alla guida dell’Esecutivo con una nuova formazione di ministri, tra cui il nuovo ministro dell’Istruzione che metterà mano alla situazione scolastica italiana. E’ ancora presto per i nomi dei papabili, ma già si può stilare una lista degli interventi che il partito più votato, Fratelli d’Italia, ha inserito nel suo programma elettorale.

Il termine degli studi che passerebbe dai 19 ai 18 anni, con un taglio di un anno durante la scuola Secondaria di II  grado, la quale passerebbe così da 5 a 4 anni. In realtà, in Italia, già da cinque anni esiste il liceo quadriennale, nato come sperimentazione, e che proprio quest’anno passerà a oltre 1.000 sezioni all’interno della Penisola. Ovviamente, nel programma della Meloni, si parla di un taglio netto per tutti i licei, facendo così sparire il quinquennale.

Vi è poi il superamento del pcto  o alternanza scuola lavoro. Si naviga verso un’abolizione di essi, che da almeno 10 anni fanno parte della vita scolastica dei ragazzi delle scuole secondarie di II grado. Inoltre si parla di una maggiore attenzione e cura per l’orientamento, sia lavorativo e sia universitario.

Articoli recenti

Privacy Policy Designed using Unos Premium. Powered by WordPress.

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE