Skip to content

Da Pascoli a Verga, passando per la Segre: ecco le tracce della prima prova della Maturità 2022

Iperconnessioni e Musicofilia anche tra le possibili scelte per gli elaborati.

Il gong è suonato proprio in questo istante per il mezzo milione di studenti italiani che hanno affrontato la prima prova dell’esame di Stato 2022. Per la prima volta, dopo due anni, si è tornati a fare l’esame come nell’epoca pre-Covid, ed è quindi scattato già da ieri il toto-tracce.

Per quanto riguarda la tipologia A, ovvero l’analisi del testo, sono stati proposti Giovanni Pascoli, con la poesia “La via ferrata”, tratta dalla raccolta Myricae, e Giovanni Verga con un estratto della novella Nedda.

La tipologia B (testo argomentativo) proponeva un testo estrapolato da “La sola colpa di essere nati”, di Gherardo Colombo e Liliana Segre, con al centro la tematica delle leggi razziali.

La seconda proposta è un testo tratto da Oliver Sacks, “Musicofilia”: si chiede un ragionamento sul potere che la musica esercita sugli esseri umani. La terza opzione era un discorso pronunciato alla Camera da Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica 2021, sui cambiamenti climatici.

Per la tipologia c – riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità – la prima proposta è un testo tratto da “Perché una Costituzione della terra” di Luigi Ferrajoli, sulla pandemia e i suoi effetti economici e sociali.

Ai maturandi che escono da due anni di Dad è stato proposto anche l’argomento dell’iperconnessione. “Tienilo acceso: posta commenta condividi senza spegnere il cervello”: una riflessione a partire dal libro della linguista Vera Gheno e il giornalista filosofo del linguaggio Bruno Mastroianni.

Articoli recenti

Privacy Policy Designed using Unos. Powered by WordPress.

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE