Skip to content

Concorso Ordinario, Codacons diffida il Miur: “Bocciati agli scritti devono essere ammessi all’orale”

Nuova battaglia per gli esclusi a causa delle domande ambigue nelle crocette.

Torna nel vortice delle polemiche il Concorso Ordinario per la selezione del personale docente e, in particolar modo, la fase scritta, con le temibili crocette che hanno più che dimezzato gli aspiranti professori. All’attacco, questa volta, si scaglia il Codacons il quale ha diffidato il Miur a causa di alcuni errori presenti nella formulazione delle domande somministrate, oppure per le risposte che non sempre erano quelle esatte ai rispettivi quesiti.

“Abbiamo presentato oggi formale diffida al Miur affinché ammetta all’orale tutti i candidati bocciati alle prove scritte per quelle classi dove si sono registrate irregolarità, indipendentemente dal numero di risposte errate fornite. Questo perché una sola domanda posta in modo ambiguo o ingannevole invalida l’intera prova, costringendo i candidati a fermarsi per capire meglio il quesito, riducendo il tempo da dedicare alle altre domande con ripercussioni evidenti sul risultato finale dell’esame”.

Quindi, a detta del Codacons, coloro che non hanno passato lo scritto a causa della presenza di un quesito ambiguo dovrebbero, di diritto, passare alla selezione orale. In particolar modo, le classi di concorso nelle quali vi sono state ambiguità sono le seguenti: B019, B003, A012, A049, A013, A011, A022, A017, A042.

Articoli recenti

Privacy Policy Designed using Unos. Powered by WordPress.

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE