Skip to content

Competenze non cognitive: approvato l’insegnamento dal 2023

Legge approvata dalla Camera dei Deputati. Sperimentazione triennale dal prossimo anno scolastico. 

L’insegnamento di competenze non cognitive a scuola sarà realtà. Lo stabilisce la legge approvata dalla Camera, la quale prevede l’avvio della sperimentazione dal prossimo anno scolastico (2022/2023) su base triennale per attività finalizzate allo sviluppo delle competenze non cognitive nei percorsi delle scuole di ogni ordine e grado, contemporanea ad un’attività di formazione dei docenti.

L’obiettivo dichiarato nella legge è quello di incrementare, attraverso l’insegnamento, le cosiddette ‘life skills’, ovvero quelle abilità che portano a comportamenti positivi e di adattamento, che rendono l’individuo capace di far fronte efficacemente alle richieste e alle sfide della vita di tutti i giorni.

In poche parole il saper gestire le emozioni, l’empatia, lo stress, sviluppare pensiero creativo e critico. I percorsi saranno attivati nelle scuole di ogni ordine e grado.

“Voglio ringraziare l’Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà – spiega Patrizio Bianchi – e il Parlamento per il lavoro fatto e per l’attenzione che, ancora una volta, viene rivolta alle nostre studentesse e ai nostri studenti. L’obiettivo di tutti noi è  garantire l’effettivo e pieno sviluppo di ogni giovane. Questo provvedimento contribuisce a costruire una scuola che mira alla formazione di qualità, per tutti e per ciascuno, e allo stesso tempo è luogo di relazioni. In altre parole una scuola che educa cittadine e cittadini consapevoli delle proprie capacità e inclusiva”.

Privacy Policy Designed using Unos. Powered by WordPress.

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE