Skip to content

Concorso Ordinario, ancora errori nelle domande. Anche Barbero tra i firmatari per chiedere l’intervento di Bianchi

Oltre 500 persone, tra studiosi e intellettuali, chiedono l’ammissione all’orale per chi è caduto nei quesiti incriminati.

Non accenna a placarsi la polemica attorno ai quesiti della fase scritta del Concorso Ordinario per la selezione docenti. A distanza di mesi dalle prove, infatti, la lista dei firmatari per chiedere l’intervento del ministro Patrizio Bianchi, conta più di 500 firmatari.

Un appello promosso dal professore Massimo Arcangeli, docente di Linguistica all’Università di Cagliari, che chiede l’ammissione all’orale per quei candidati esclusi a causa dei quesiti errati. Tra i firmatari spiccano anche nomi altisonanti come Alessandro Barbero, l’archeologo e storico dell’arte Salvatore SettisCostanza Margiotta, docente dell’università di Padova e voce del comitato Priorità alla scuola, il compositore e regista Andrea Liberovici e lo scrittore Aldo Nove.

Il ministro dell’Istruzione ha già commentato, ritenendo giuste le domande sottoposte ai candidati. Una risposta che non ha soddisfatto Arcangeli. 

“Il silenzio continua ad essere assordate – ha spiegato Arcangeli – noi chiediamo che vengano immediatamente sanati tutti i quesiti errati, ambigui, mal formulati, fuori programma, e che lo si faccia in modo equanime, senza inaccettabili discriminazioni, per tutte le classi di concorso. Il ministro Bianchi riferisca in Parlamento“.

Articoli recenti

Privacy Policy Designed using Unos. Powered by WordPress.

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MODULO INVIATO CORRETTAMENTE

TI CONTATTEREMO A BREVE